Finanziamenti a fondo perduto, cosa è Invitalia?

soldi-e-finanziamenti

Spesso nominata quale artefice di iniziative di particolare interesse sotto il profilo dell’erogazione di finanziamenti a fondo perduto, altrettanto spesso si ignora cosa sia, e quali siano le sue funzioni. Parliamo naturalmente di Invitalia, agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa: un ente che agisce su mandato del governo al fine di accrescere la competitività del Paese, ed in particolare del Mezzogiorno e dei settori strategici per lo sviluppo.

Tra gli obiettivi principali di Invitalia si annoverano quelli di favorire l’attrazione di investimenti esteri, il sostegno all’innovazione alla crescita del sistema produttivo, e alla valorizzazione del territorio stesso.

Sotto lo stretto profilo degli incentivi alle imprese, Invitalia effettua operazioni di supporto ai programmi di investimento di imprese nuove o già avviate, mediante un pacchetto di strumenti tra di essi complementari, che possano incrementare la competitività delle aziende.

Ancora più nel dettaglio, in qualità di gestore unico Invitalia valuta i progetti che gli vengono proposti, eroga le agevolazioni e verifica i risultati raggiunti per gli strumenti agevolativi attualmente in vigore, ovvero Smart & Start, Fondo Rete Incubatori, Contratto di Sviluppo. Rientrano in questa macro categoria anche gli incentivi per la brevettazione e la valorizzazione economica dei brevetti, il rilancio di aree industriali, l’autoimprenditorialità, l’autoimpiego, le biomasse.

Su mandato del Ministero dello Sviluppo Economico e in qualità di advisor tecnico, invece, Invitalia gestisce operazioni di rilancio di aree di crisi industriale in Campania, il piano di sviluppo per il distretto del mobile imbottito della Murgia, il piano di sviluppo dell’area di crisi della Merloni, e ancora gli investimenti produttivi innovativi, e il fondo delle imprese in difficoltà.

Più di un italiano su due cerca prodotti online

prodotti online

Secondo quanto afferma una recente ricerca condotta da Confcommercio, oltre la metà degli italiani (circa il 55%), acquista online per ragioni legate ai prezzi più bassi disponibili sugli e-commerce, mentre il 54,9% degli italiani cerca un prodotto su Internet prima di procedere all’acquisto “fisico” sui negozi tradizionali.

Ancora, la ricerca sottolinea come per circa il 70% dei consumatori e degli imprenditori, i negozi tradizionali tra dieci anni avranno ancora un ruolo importante, ma solo ed unicamente se saranno stuzzicare adeguatamente le emozioni dei clienti, e procedere in un pronto coinvolgimento dello stesso.

Amazon compra dominio .buy

amazon

Come se non fosse sufficientemente inserita all’interno del comparto del commercio elettronico, Amazon è riuscita ad accaparrarsi l’ambito dominio .buy superando – in questa lussuosa contesa – anche un altro colosso del web come Google.

Il dominio sarebbe stato assegnato ad Amazon per una cifra di poco inferiore a 4,6 milioni di dollari, dimostrando quanto la società di Jeff Bezos tenesse a ben figurare in una “lotta” milionaria per ottenere la titolarità di uno dei gTLD più spendibili.

In ogni caso, il dominio .buy non è stato quello più oneroso della storia. Per il dominio .tech sono infatti stati sborsati oltre 6,7 milioni di dollari.

Tagli di capelli asimmetrici per l’autunno

Tagli di capelli asimmetrici

Tagli asimmetrici? Con tantissime idee e una varietà infinita di acconciature tra cui scegliere e uno stile sempre alla moda. Scopri qual’è il taglio di capelli più adatto alla lunghezza della tua chioma.

Le nuove tendenze hanno portato nuove idee e tanti tagli di capelli asimmetrici tra cui scegliere a seconda del proprio stile personale e atte a creare meravigliose acconciature versatili.

Unica nota, fate attenzione che il taglio di capelli desiderato si adatti alla vostra forma del viso e al tipo di capelli in quanto questi sono due fattori che possono influenzare il risultato. Alcune pettinature sono adatte solo per le persone con capelli ricci e per alcune forme del viso, mentre altre funzionano solo sui capelli lisci. Anche la lunghezza dei capelli è un fattore determinante che deve essere preso in considerazione quando si opta per un taglio di capelli asimmetrico.

Ecco alcune idee.

Tagli di capelli corti asimmetrici

I capelli corti sono diventati molto popolari quest’anno e sembra che sempre più donne stanno scoprendo i benefici di un taglio corto ma anche sexy. Belli, pratici e coloratissimi.

Tagli di capelli asimmetrici a lunghezza media

I tagli a lunghezza media offrono un po’ di più la versatilità nell’effettuare l’hairstyling, questo è il motivo per cui sempre più donne scelgono una via di mezzo. Il taglio asimmetrico creato sulla lunghezza media dei capelli sarà molto più accentuat a causa della differenza di lunghezza dei capelli.

Lunghi tagli di capelli asimmetrici

I tagli di capelli asimmetrici creati sui capelli lunghi hanno un grande impatto visivo. Ci sono una varietà di tagli di capelli asimmetrici tra cui scegliere, in quanto la lunghezza del capello permette di essere tagliato in stili differenti secondo l’impatto visivo desiderato.

Musica, un toccasana per la salute

Musica

La musica è un toccasana per la salute. Qualsiasi sia il proprio genere musicale preferito, infatti, la combinazione delle sette note è in grado di apportare immediati benefici al proprio organismo.

Stando a quanto sostengono i risultati combinati di diverse recenti ricerche, ad esempio, la musica può apportare concreti e importanti vantaggi sulla riduzione dello stress e dell’ansia, sul sollievo dal dolore, sul miglioramento della salute vascolare, e ancora sulla motivazione e sulla promozione dell’attività cerebrale.

Altri studi dimostrano invece l’esistenza di relazioni tra il rendimento al lavoro, la concentrazione, le prestazioni fisiche e la musica. Per i ricercatori del Medical Center dell’Università del Kansas, ascoltare la musica renderebbe più intelligenti e ritarderebbe l’invecchiamento. Qualche ragione in più per rispolverare i vecchi dischi preferiti!

Tra insoliti passeggeri su Juno

sonda Juno

E’ partita da due giorni la sonda Juno, la prima dopo l’ultimo viaggio dello Shuttle a compiere una missione ad alta priorità. A bordo nessuno passeggero umano, ma solo strumenti sofisticati e tre pupazzetti della Lego.

Juno, la prima missione importante dopo l’ultimo viaggio dello Shuttle, è partita alle 18.25 ora italiana il 5 Agosto. Questa missione, per gli scienziati ed i tecnici della Nasa, ha la massima importanza, infatti sono tutti in fibrillazione: la sonda, che arriverà sul pianeta Giove solo nel 2016, girerà per un anno intorno alla Terra e sfrutterà il cosiddetto “effetto fionda”, una teoria studiata a lungo dallo scienziato italiano del secolo scorso, Giuseppe Colombo e che darà una spinta in più alla sonda: è lo stesso principio del lancio del martello, cioè la Terra è un atleta che gira su se stesso e la sonda è il suo martello.

Una volta raggiunto il pianeta, Juno studierà il pianeta con i suoi 10 sofisticati strumenti (di cui due italiani) per scoprire finalmente cosa c’è sotto la sua atmosfera! A bordo una targa commemorativa, con un’immagine dell’italiano Galileo Galilei ed una parte dei suoi appunti riguardanti l’osservazione del Pianeta, che verrà lasciata su Giove.

Ma chi sono questi strani passeggeri di cui abbiamo accennato nel titolo? Come aveva già fatto lo shuttle nelle sue missioni, anche Juno porta con sé tre minifigure Lego fatte di alluminio e che rappresentano Galileo Galilei (il primo ad osservare Giove e a scoprirne le lune) e gli dei greci Giove e Giunone (Juno): le tre figure non sono in plastica come al solito per essere abbastanza robuste per lo spazio e quindi non rompersi interferendo con i sistemi di bordo. L’azienda Lego ha speso ben 15 mila dollari per la realizzazione delle minifigure: una cifra decisamente “astronomica” per dei pupazzetti, ma sicuramente la notizia che questi saranno gli unici passeggeri della sonda e quindi i primi ad andare sul Pianeta, ripagherà la Lego della spesa!

Sovrappeso, i rischi per la salute

Sovrappeso

La condizione di obesità e di forte sovrappeso non è solamente ascrivibile a un potenziale problema estetico, quanto a un più sostanzioso e grave riflesso sul fronte del nostro organismo.

La condizione di sovrappeso è infatti legata all’evidenza di problemi alla circolazione e di problemi del sonno, all’incremento del rischio di contrarre patologie tumorali, diabete di tipo 2, sindrome metabolica, sindrome del fegato grasso, e ancora ictus, problemi cardiaci.

L’obesità è inoltre una delle cause che può favorire l’insorgenza di problemi in gravidanza, come ad esempio il diabete gestazionale o il maggiore rischio di dover far ricorso alla procedura di parto cesareo.