Acidoialuronico

L’acido ialuronico è una sostanza che viene naturalmente prodotta dal nostro organismo per idratare e proteggere i tessuti attraverso la stimolazione della formazione di collagene: per il suo ruolo nel conferire alla pelle elasticità e morbidezza, l’acido ialuronico è oggi utilizzato ampiamente in campo dermatologico ed estetico. Ma in che modo?

L’acido ialuronico è oggi la sostanza base per la realizzazione dei moderni filler, trattamenti utilizzati per riempire e spianare le rughe del viso. Il filler contenente acido ialuronico è iniettato dal medico con un sottilissimo ago appena al di sotto delle rughe da trattare: l’effetto riempitivo emergerà in tempi molto rapidi e, pur non permanente (a causa del progressivo riassorbimento della sostanza), è comunque in grado di generare un risultato estetico particolarmente soddisfacente per qualche mese (trascorsi i quali si renderà nuovamente necessario intervenire con nuove iniezioni).

Non solo: oltre che per migliorare l’aspetto estetico mediante il riempimento delle rughe, l’acido ialuronico è oggi usato anche per correggere difetti estetici piuttosto gravosi, come cicatrici e altri “segni” del tempo, o di eventi incidenti. È inoltre possibile utilizzare l’acido ialuronico per conferire pienezza e volume in alcune aree del viso, come le labbra.

Proprio per le motivazioni di cui sopra i prodotti con acido ialuronico sono oggi disponibili anche nei comuni negozi che vendono prodotti di bellezza: si tratta, in evidenza, di prodotti che non hanno effetti incisivi così come accade con le iniezioni, ma che – in relazione al rapporto con il prezzo – possono comunque soddisfare le esigenze della maggior parte delle persone che desiderano conferire una migliore idratazione alla propria pelle.

Secondo alcune recenti ricerche, l’acido ialuronico sarebbe efficace anche nella cura e nella prevenzione dell’artrosi, una patologia degenerativa che coinvolge la cartilagine: l’acido è invece un componente fondamentale del liquido sinoviale contenuto nelle articolazioni, proprio per proteggere la cartilagine dall’usura e dalle fatiche.