orticaria da stress

Il periodo della gravidanza per la maggior parte delle donne è un periodo davvero importante per il proprio corpo. In questa fase così delicata possono insorgere diversi disturbi, uno dei quali è proprio il prurito. Ma di cosa si tratta più specificatamente?

L’orticaria da stress colpisce il buon 20% della popolazione. Si tratta di una particolare condizione che si manifesta con la comparsa sulla pelle di pomfi rossi o pallidi, di varie dimensioni, generalmente molto pruriginosi.

Come si manifesta l’orticaria? Ecco qui di seguito i sintomi che si possono manifestare:

  • prurito molto intenso

  • eruzione improvvisa di pomfi che possono assumere diverse forme o dimensioni

  • durata del fenomeno variabile da pochi minuti a diverse ore (massimo 24 ore)

Il disagio che si prova a causa delle bollicine pruriginose può essere davvero imbarazzante, ma oltre a rinchiudersi in casa per qualche giorno cosa si può fare al riguardo? Dal momento che quasi tutti i farmaci di sintesi sono sconsigliati durante questa fase particolare, è possibile ricorrere a dei rimedi prettamente naturali. E’ stato dimostrato da una recente indagine che assumere erbe naturali per trattare diversi fastidi, possono rivelarsi davvero efficaci. Vediamo insieme quali sono questi rimedi naturali:

  • l’olio di Neem: grazie ai suoi principi attivi lenisce il prurito e calma al contempo stesso l’infiammazione

  • acqua di rose

  • impacchi fatti con acqua fredda e qualche goccia di olio essenziale come quello alla lavanda ad esempio, possono alleviare il disturbo

  • gel all’aloe vera da spalmare direttamente sulle zone interessate mattino e sera. Il beneficio che se ne trae è davvero notevole

  • spray anti arrossamento all’amamelide: è possibile reperirlo facilmente in farmacia oppure in erboristeria. E’ assolutamente da provare..

Tuttavia è consigliabile seguire scrupolosamente tutte le indicazioni del proprio ginecologo di fiducia. In genere l’orticaria da stress dura soltanto 24 ore, ma se torna ripetutamente allora in questo caso è bene recarsi da un dermatologo. Non utilizzare pomate o farmaci al cortisone se non autorizzati dal medico.