In questi giorni sempre più di noi si affidano ai servizi delle internet key per poter portare internet sempre con se, anche mentre sono in viaggio. La possibilità di essere sempre online, connessi con il mondo, ha reso la vita più facile, più comoda e più divertente. In particolar modo chi usa internet per lavoro ha la possibilità di controllare le email o di parlare con i clienti in ogni momento, in piena libertà e flessibilità.

Una cosa che chi possiede una internet key deve sapere è il volume di dati che fa parte del piano di abbonamento, in quanto ciò determina quanto spesso è possibile usare il servizio prima di iniziare a consumare più di quanto previsto e pagare delle cifre veramente salate. Le cifre che potresti pagare nel caso dovessi “sforare” il limite di dati possono essere anche dell’ordine di decine o di centinaia di euro.

Se si vuole evitare questo rischio ma si ha lo stesso bisogno di internet quando si è in giro, ci sono alcuni piccoli accorgimento che si possono usare. Uno è quello di approfittare delle connessioni Wi-Fi gratuite che puoi trovare nei bar o nei ristoranti. Sono tanti i posti che oggi offrono questa possibilità. La tua internet key è abilitata a funzionare anche come modem Wi Fi. Per poter accedere al Wi Fi di un ristorante, ad esempio, potresti dover acquistare una consumazione, ma è sicuramente più economico rispetto a rischiare di andare oltre il limite dei dati. Se si ha il WiFi a casa o in ufficio, è assolutamente d’obbligo usare quello invece che la propria connessione 3G.

Controllate anche le opzioni di roaming e assicuratevi di sapere se si è in roaming o meno prima di connettersi con la internet key. Se sei in una zona in cui un operatore non fornisce copertura, come ad esempio all’estero, potresti dover pagare davvero delle somme molto care per usare internet.

Infine, tieni traccia della quantità di dati che si utilizza. E’ importante monitorare l’utilizzo dei dati e, se le vostre esigenze sono di solito superiori a quelle del limite impostato dal vostro piano di abbonamento, il consiglio è quello di rivederlo.