Dieta Dukan

Nell’ultimo decennio la dieta Dukan è diventato uno dei regimi alimentari preferiti da uomini e donne di tutte le età. Grazie agli straordinari risultati promessi, e alla possibilità di evitare le rinunce tradizionali delle ordinarie diete, la Dukan è diventata una strategia di dimagrimento e di mantenimento del peso particolarmente gettonata da personaggi piuttosto in vista, evidentemente fiduciosi sui risultati di questa azione di ritrovamento del peso forma. Ma come funzionano le 4 fasi della dieta dukan?

Fase 1: Attacco

La fase 1 è la fase d’attacco, della durata di circa 5 – 10 giorni, all’interno dei quali sarà possibile nutrirsi con le otto categorie degli alimenti seguenti:

  • Carni magre

  • Frattaglie

  • Pesci

  • Frutti di mare

  • Pollame

  • Prosciutti light

  • Uova

  • Latticini magri

Il tutto dovrà naturalmente essere accompagnato da almeno un litro e mezzo di acqua al giorno e da 1,5 cucchiai di crusca d’avena. Possibile, con moderazione, abbinare alcuni complementi come il thè o il caffè.

Fase 2: Crociera

La seconda fase è quella di “crociera”, così chiamata perchè si dovrà mantenere l’insieme degli alimenti che sono stati consentiti nel regime d’attacco. Tuttavia, agli alimenti di cui sopra sarà possibile aggiungere anche verdure (crude o cotte). Nel corso di questa fase, abbiate l’abitudine di alternare 1 giorno di proteine pure con 1 giorno di proteine e verdure.

Gli alimenti tollerati sono:

  • Yogurt alla frutta
  • Mozzarelle e sottilette light
  • Formaggi con pochi grassi
  • Bacche di goji
  • Rabarbaro
  • Wurstel di pollo 10% grassi
  • 3 cucchiai di vino bianco o rosso da cucinare fino ae vaporazione
  • 1 cucchiaino di cacao magro senza zucchero

Ricordate, anche in questa fase, di mantenere il giusto livello di idratazione, pari ad almeno 2 litri di acqua al giorno, e assumere 2 cucchiai di crusca avena.

Fase 3: Consolidamento

La terza fase è quella del consolidamento: un vera e propria parte di transizione della dieta Dukan, la cui durata dipende dal peso perso. In termini estremamente esemplificativi, fate in modo che questa terza fase duri 10 giorni per ogni chilo perso. Se pertanto aveva perso 10 chili, dovete proseguire in questa fase 10 volte per 10 chili, ovvero 100 giorni.

Tra gli alimenti ammessi sottolineiamo:

  • quelli proteici già sperimentati nel regime di attacco

  • le verdure incontrate nel regime di crociera

  • una porzione di frutta al giorno (tranne banana, uva e ciliegia)

  • due fette di pane integrale ogni giorno

  • 40 grammi di formaggio stagionato al giorno

  • una porzione di amidi la settimana

  • cosciotto di agnello e arrosto di maiale

  • 1 pasto della festa la settimana

Fase 4: Stabilizzazione

L’ultima fase è quella della stabilizzazione definitiva. Si tratta della fase più semplice, secondo la quale sarà sufficiente ritornare a un’alimentazione normale 6 giorni su 7, osservando invece, tutti i giovedì, un intero giorno di proteine pure (in altri termini, il menu sperimentato nel regime d’attacco). Ogni giorno sarà inoltre necessario assumere 3 cucchiai di crusca d’avena. Mantenete inoltre una ideale idratazione e fruite di una costante attività fisica.

Fatto ciò, dovreste poter garantire il mantenimento nel lungo termine del vostro peso forma!