Multiplicity

Blog di informazione libera

Category: Moda e bellezza (page 1 of 2)

Moroccanoil, tutti i benefici dell’olio di Argan sui vostri capelli!

Brand in crescente espansione in tutto il mondo, Moroccanoil è uno dei leader internazionali nella fornitura di prodotti adatti per tutti di trattamento per capelli e per l’hairstyling. Ricchissimo di benefici, Moroccanoil è in grado di trasferire sulla vostra chioma tutti i vantaggi tipici dell’olio di Argan, una particolare sostanza tratta da alberi in grado di sopravvivere in maniera tenace nelle zone semidesertiche del Mediterraneo, generando come frutto la noce dell’olio di Argan, da cui poi viene tratta la nota e importante materia prima. Ma quali sono i benefici dell’olio di Argan? E perché i prodotti Moroccanoil possono essere il top per i vostri capelli?

I vantaggi dell’olio di Argan

L’olio di Argan è una sostanza ricchissima di vitamine, di minerali e di antiossidanti. Un vero e proprio portento per la bellezza femminile, che con il passare degli anni ha finito con l’essere elemento indispensabile per molti usi finalizzati a supportare la salute e l’estetica delle donne: non è certamente un mistero che oggi l’olio di Argan sia frequentemente utilizzato per poter idratare e ammorbidire i capelli, il viso, il corpo e le unghie, in modo naturale, non aggressivo e straordinariamente efficace.

Grazie al suo straordinario apporto di antiossidanti, acidi grassi essenziali e vitamina E, l’olio di Argan può aiutare i vostri capelli a rivitalizzarsi e a sviluppare la necessaria elasticità, restituendo inoltre loro la luminosità naturale. Trattandosi inoltre di un potente antiossidante, è l’ideale da utilizzare durante la stagione estiva, quando i raggi UV potrebbero aggredire in modo nocivo la chioma, determinando stress e opacità.

Tanti prodotti a base di Argan

Su tali spunti, Moroccanoil ha sviluppato una vasta gamma di prodotti a base di olio di Argan in grado di trasferire sul vostro capo tutti i benefici di questa importante sostanza. Tutti i prodotti Moroccanoil sono infatti in grado di sfruttare l’olio per realizzare formule ringiovanenti e nutritive, protettive e rigeneranti.

A ulteriore prova della bontà delle fasi di preparazione di Moroccanoil, evidenziamo inoltre come la compagnia utilizzi solamente olio di Argan di prima qualità, proveniente da alberi situati in Marocco, e preparato attraverso un processo di spremitura a fredda. L’olio così ottenuto è puro al 100%, non contiene additivi, coloranti o conservanti, è privo di profumo, è perfetto per l’utilizzo sui capelli e sulla pelle.

Per quanto concerne la serie di prodotti specifici per i capelli, gli sforzi e la passione Moroccanoil hanno determinato la disponibilità di una completa serie di valide alternative tra shampoo secco, balsamo idratante, shampoo riparatore, balsamo riparatore, shampoo lisciante, balsamo lisciante, shampoo purificante, shampoo extra volume, balsamo extra volume per la pulizia della chioma.

Non mancano inoltre i prodotti per il trattamento, originale e leggero, e le maschere idratanti intensive, leggere, ristrutturanti, liscianti. Completano la serie di prodotti per i capelli le mousse, le paste, lo spray per il finish, le lozioni e tutti i prodotti per la conservazione e il ritrovamento dell’equilibrio del cuoio capelluto.

Dove trovare i prodotti Moroccanoil

Sempre più richiesti dalle donne italiane che desiderano ottenere solo il meglio per la propria capigliatura, i prodotti Moroccanoil possono essere acquistati online in alcuni siti di specifico riferimento in ambito nazionale, come ad esempio Xevolution Hair, dove potrete trovare le ultime novità della gamma, ai migliori prodotti sul mercato.

Se poi desiderate disporre di maggiori informazioni sulle caratteristiche benefiche dell’olio di Argan per i vostri capelli e per il vostro corpo, e volete avere rassicurazioni circa la bontà dei prodotti che Moroccanoil ha avuto modo di predisporre per tutti voi, non vi rimane che consultare il vostro parrucchiere e avere da lui tutti i dettagli desiderati!

Regali di Natale: cosa scegliere per i bambini appena nati?

Regali di Natale

I regali di Natale dovrebbero essere utili e piacevoli, soprattutto se i bambini sono appena nati e quindi non possono comprendere appieno il valore di un gioco o di un dono. Se vogliamo regalare un pensierino alle coppie che hanno appena avuto un bambino dobbiamo fare un piccolo sforzo e quindi ‘calarci’ nei panni dei genitori, ovvero pensare a cosa serve davvero nella cura del loro bambino.

La scelta può presentarsi molto divertente e, a seconda del budget di cui si dispone, si possono acquistare regali davvero utili. Un pensiero delizioso risiede in un bel kit di saponi e detergenti per il bagnetto, scelti fra detergenti e creme di eco cosmesi. Questi prodotti si presentano salutari e aiutano la mamma e il papà a fare il bagnetto ai piccoli con maggiore gioia. Al set di prodotti possono essere associati dei morbidi asciugamani in tinta, magari decorati con orsetti o personaggi fantastici.

Un altro regalo molto piacevole è il tappeto per bambini, ovvero un tappeto morbido sul quale il neonato può iniziare a gattonare. In commercio è possibile trovare molti modelli, ma i migliori sono quelli realizzati in fibre naturali, morbidi e coloratissimi. E’ importante scegliere tappeti di ottima qualità, così i genitori possono lavarli ad alte temperature e il bambino non entra in contatto con materiali tossici e con colori poco salubri. Il tappeto può completarsi con girandole colorate oppure con tanti giochi morbidi tutti da scoprire.

Un altro dono ideale per i neonati si basa sulla frequenza ai corsi di acquaticità. Molti enti propongono brevi corsi dove i genitori possono recarsi con i piccoli e abituarli alla sensazione dell’acqua. Questi corsi fanno bene ai genitori, perché così possono trascorrere del buon tempo con i piccoli, ma si presentano benefici anche per i piccoli, i quali ritrovano l’ambiente acquatico e possono sedare le eventuali irritazioni tipiche dei primi mesi di vita. I corsi di acquaticità possono inoltre rappresentare un bel modo per stringere amicizia fra mamme e quindi per condividere gioie e problemi legati alla gravidanza.

La regola principale nella scelta dei regali di Natale si basa, quindi, sull’utilità e sul donare un elemento che può far piacere ai genitori, soprattutto se essi non possono permetterselo oppure non ci hanno pensato. Prodotti di igiene, tappeti, corsi acquatici, rappresentano doni utili, che accompagnano con gioia i primi mesi del piccolino e che quindi saranno sicuramente graditi a chi riceve il regalo. Buon Natale a tutti!

Camicie uomo: le tendenze dell’autunno/inverno 2015-2016

Camicie uomo

Fantasia, tinte unita e tessuti pregiati: scopriamo quali sono i trend che domineranno la scena nel settore della camiceria maschile in questa stagione autunno/inverno 2015-2016. Diamo uno sguardo alle proposte di alcuni dei più grandi marchi di moda italiani ed internazionali.

Gucci propone camicie realizzate con tessuti morbidi e pregiati, da indossare da sole o da abbinare ad un gilet in maglia, a trama fantasia o in tonalità accese e vibranti come il rosso, senza cravatta ma con un bel fiocco jabot. L’uomo Prada veste, invece, un look total black, dove la camicia a manica corta in tessuto lucido è portata chiusa fino al colletto, senza cravatta.

Belle le proposte di Tintoria Mattei, promettente azienda bresciana che produce camicie casual, dal mood a prima vista disordinato, ma realizzato, in realtà, con grande ricerca ed attenzione. Una camicia di Tintoria Mattei è un capo immancabile nel guardaroba di ogni uomo.

John Richmond propone camicie nere e bordeaux, sobrie ed rigorose, da indossare sotto un gilet, per un look elegante ma con una nota casual. Giorgio Armani notoriamente predilige i girocollo sotto le giacche ed i caban, e per questa stagione autunno/inverno 2015-2016 propone una versione rivisitata della camicia classica, con colletto alla coreana munito di zip.

Ton-sur-ton, invece, per le camicie maschili di Etro proposte nella collezione Fall/Winter 2016, nei colori del bosco, da indossare con giacche in tinta e cravatte sottili. Ermenegildo Zegna propone una camicia bianca con ampie tasche applicate frontalmente, con cravatta in micro-fantasia, così come il marchio Corneliani, che lancia una camicia bianca con la stampa dell’albero stilizzato, simbolo della collezione autunno/inverno, che ritroviamo anche sulle maglie in lana.

Il marchio Dsquared² propone un modello con fiori ricamati, da indossare con le maniche risvoltate e senza cravatta, mentre Dirk Bikkembergs propone una camicia nera dal mood aggressivo ma chic, con laccetto al collo e giacca con stampa asimmetrica, perfetta per un look da sera.

Sui vari siti di e-commerce, per la camicia uomo è infine possibile trovare tante valide alternative ai marchi sopra citati,

Viaggio green in barca a vela

barca a vela

Dall’ingegno del Polito Sailing Team, un gruppo di circa trenta studenti del Politecnico di Ingegneria, guidati dalla professoressa Giuliana Mattiazzo del Dipartimento di Meccanica, è nata la barca a vela ecosostenibile.

Battezzata con il nome di Eva, si tratta di una barca a vela con scafo di 4,5 metri, fabbricata per il 70% con materiali rigorosamente naturali. L’imbarcazione sportiva e grintosa del Politecnico, è stata concepita allo scopo di partecipare alla “Mille e una vela per l’Università”, un progetto di Massimo Paperini e Paolo Procesi creato nel 2005. La gara, che prevede diverse regate, si tiene ogni anno, e vede partecipi proprio gli studenti universitari che grazie alla passione per questo sport progettano, realizzano ed infine conducono le innovative barche a vela.

Il Polito Sailing Team ha scelto per il suo prototipo di puntare sul green, concependo uno scafo di fibra di lino e di legno di balsa, per poi creare un rivestimento interno di fibra di vetro e okumè. La vera innovazione però si è vista nell’uso di una resina sperimentale, creata con materie prime provenienti da materiali riciclati e biomasse.

Proprio come una vera impresa, gli appassionati studenti del Politecnico hanno imparato l’uso di software di disegno e di simulazione professionali, e in collaborazione con la Ulman Sails di Trieste hanno studiato un piano velico reale. Inoltre i ragazzi hanno dovuto rapportarsi con fornitori e sponsor per la realizzazione dell’imbarcazione, passando così dalla fase concettuale a quella pratica.

Dopo un duro lavoro hanno potuto mettersi davvero alla prova gareggiando il 18 settembre scorso alla ambita Mille e una vela Cup di Rimini, conquistando l’ottavo posto nella classifica generale ed una medaglia di bronzo nel Trofeo Paolo Padova.

Il successo di questa innovativa barca a vela ha attirato l’attenzione di molti, proprio per il suo sguardo ecosostenibile e all’avanguardia. Un futuro non lontano vedrà l’impiego di materiali green non solo nelle imbarcazioni da regata, ma anche in quelle destinate a viaggi turistici.

Sono infatti sempre più apprezzati i viaggi nel mediterraneo, che permettono di godere appieno dei favolosi arcipelaghi che costeggiano questo mare, come a esempio le suggestive tratte proposte da  Vacanze barca vela Grecia.

Dimagrire in menopausa, è davvero possibile?

Dimagrire-velocemente

Le donne che si trovano in menopausa, e intendono intraprendere un percorso di dimagrimento, sanno bene quanto possa essere apparentemente molto difficile cercare di condurre in porto tali iniziative. Non sempre è facile accettare il proprio corpo che cambia, e non sempre è facile cercare di comprendere che con il passare degli anni cambia non solamente l’aspetto estetico, quanto anche – e spesso soprattutto – il proprio metabolismo e il proprio modo di interfacciarsi con i regimi alimentari.

Dunque, se siete in menopausa e state cercando qualche facile sistema per dimagrire velocemente, sappiate che i miracoli non esistono, ma che è comunque possibile intraprendere una proficua strada di benessere che passi attraverso il giusto mix di attività fisica e dieta regolata, utile non solamente per ritrovare il peso ideale, quanto anche il miglior umore.

Stabilito quanto precede, non possiamo certamente sottovalutare un’avvertenza preliminare: la strada del dimagrimento in menopausa deve partire dall’analisi della propria condizione di partenza, della propria età e dello stato di salute in cui ci si trova. Valutazioni che potreste certamente effettuare da sole, ma che vi consigliamo invece di condividere con il vostro medico di fiducia prima di intraprendere un qualsiasi percorso improntato al dimagrire velocemente.

Come intuibile, la dieta per dimagrire velocemente in menopausa non può che passare attraverso una radicale diminuzione dei cibi grassi e di quelli zuccherati, cercando nel contempo di comprimere il consumo di carne. Meglio invece arricchire la propria alimentazione con cibi semplici e leggeri, andando a privilegiare dunque l’assunzione di carboidrati integrali e, ovviamente, tante porzioni quotidiane di frutta e di verdura.

Uno degli aspetti che vi consigliamo di tenere sotto stretta osservazione è inoltre rappresentato dalla necessità di garantire alla vostra dieta una giusta varietà. Pertanto, cercate di entrare nella dovuta ottica di consumare cibi diversi in piccole porzioni, piuttosto che insistere su singoli alimenti che renderebbero più monotona e faticosa la vostra dieta. Inoltre, procedendo con il preferire uno o pochi alimenti ricorrenti, correrete anche il rischio di creare uno scompenso significativo tra i vari elementi nutrienti, invece di perseguire l’obiettivo di una buona ampiezza di sostanze utili per il vostro organismo.

A proposito di elementi utili per il vostro organismo, quando una donna entra nel periodo della menopausa, un cenno di particolare rilevanza dovrà essere attribuito al calcio, visto e considerato che la menopausa comporta una carenza di estrogeni, con riduzione della quantità di calcio che si fissa nelle ossa, inferiore a quella che si perde. Quel che si viene a creare è un incremento del rischio di osteoporosi, che può essere tuttavia attenuato se nella propria alimentazione si incrementano le quantità di yogurt, latte e formaggi.

The revolution of Pop Art, l’evento estivo che ha caratterizzato Peschiera sul Garda

The revolution of Pop Art

Da poco si è chiuso uno degli eventi più esclusivi che hanno caratterizzato l’estate di Peschiera sul Garda: la mostra The revolution of Pop Art, che ha visto come protagonista il celebre artista Andy Warhol.

Dal 7 giugno al 13 settembre è stato possibile fruire di un’ampia selezione di opere dell’artista statunitense, che negli anni non è stato solamente pittore, ma anche produttore cinematografico, scultore, attore, sceneggiatore, direttore della fotografia e montatore cinematografico.

La mostra è stata pensata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Peschiera del Garda e da MV Eventi, per iniziare i visitatori al pensiero e alle tecniche che hanno modificato radicalmente il concetto dell’opera d’arte.

Andy Warhol, icona della Pop Art, non poteva che essere quindi protagonista indiscusso dell’esposizione che si è tenuta presso la Palazzina Storica, in Parco Catullo. Ironico e provocatore, fu il migliore interprete del proprio tempo, che percepì come sfruttare la ripetizione seriale, quasi ossessiva. La produzione in serie ha minato l’idea dell’unicità dell’opera d’arte, mettendo in primo piano la creatività, l’idea, il significato e il carattere di un artista e delle sue opere.

All’interno della Palazzina Storica si potevano ammirare fotografie, serigrafie, grafiche e fumetti, che l’artista ha sapientemente creato e sviluppato per ottenere opere che prima di allora non erano mai state concepite.

In questi tre mesi è stato inoltre possibile avere un assaggio delle altrettanto iconiche opere di artisti americani come Lichtestein, Rauschenberg e Robert Indiana, che hanno segnato indelebilmente un epoca. A colpire di queste opere resta sempre l’incredibile contemporaneità che emanano.

Inutile dire l’impatto positivo che ha avuto la mostra sul turismo locale, hotel e resort hanno infatti goduto della luce riflessa di The revolution of Pop Art. Se vi siete persi l’evento e quindi un rilassate soggiorno sulle rive gardesane, potete trovare utili questi approfondimenti:

Tre idee regalo originali per lasciare il segno

idee-regalo_1

Molto spesso, quando facciamo un regalo ad una persona importante, pensiamo a quanto sia fondamentale non deluderla e cercare di lasciare il segno, un ricordo indelebile del pensiero che abbiamo avuto per lei e che sicuramente si porterà dietro per tutta la vita.

L’interesse per l’originalità del regalo è un valore aggiunto, che al giorno d’oggi rappresenta un punto di forza per moltissime persone: fare un regalo che sia davvero gradito, originale e non banale allo stesso tempo, non è tuttavia facilissimo, perché bisogna essere particolarmente pronti e predisposti ad entrare nella mente (e nel cuore) della persona a cui vogliamo fare il nostro dono.

Su www.regali.it/idee-regalo-originali, chi è alla ricerca di un dono davvero originale e mai banale, potrà trovare sicuramente tutte le risposte alle sue domande: ma l’originalità lascia anche spazio all’utilità oppure no? Uno dei problemi che molto spesso le persone si pongono in merito all’originalità dei regali riguarda il fatto che in moltissimi casi un regalo è originale ma non utile.

Le tre idee regalo che vi proponiamo, invece, vogliono sfatare questo luogo comune: vediamo insieme quali sono.

Un regalo davvero originale è il portachiavi ‘trovachiavi’: tutti sanno quanto sia difficile trovare le chiavi di casa o della macchina quando si ha molta fretta, pertanto un portachiavi che aiuta a ritrovarle con calma grazie ad una luce LED è sicuramente molto utile. Si tratta di un’idea regalo originale ed utile allo stesso tempo, e neanche molto costosa: il regalo perfetto per una mamma sbadata!

Un altro regalo originale è la ‘paletta tagliatorta’ che, non appena viene toccata, suona la più classica delle melodie per il compleanno: Happy Birthday! Anche in questo caso si tratta di un regalo utile, ma originale allo stesso tempo, e non dispendioso.

La terza idea regalo che vi proponiamo è il set di tazze da caffè (o da the) che esprimono i più disparati umori e stati d’animo: dalla tazza sorridente a quella arrabbiata, si tratta di un regalo davvero pensato per chiunque!

Dieta Scarsdale, come dimagrire velocemente?

regime alimentare

Se siete alla ricerca di una dieta dimagrante veloce, la dieta Scarsdale è probabilmente quel che fa per voi. Ideata da un noto cardiologo americano, secondo lo studioso questo regime alimentare potrebbe permettere di perdere fino a 450 grammi al giorno per oltre una settimana, a condizione di rispettare in modo specifico e preciso il regime alimentare, e consumare dunque solamente alimenti che siano poveri di glucidi e materie grasse e ricchi di proteine.

La dieta dimagrante veloce Scarsdale è interamente strutturata su 14 giorni, cercando di attribuire alla persona non più di 1.000 calorie al giorno: si tratta pertanto di un’alimentazione a base di carne, di pesce magro e di verdure poco caloriche, al termine del cui percorso sarà possibile riprendere a mangiare un po’ di più, pur senza ingrassare.

Al termine del periodo di “ripresa”, si ricomincia con altre due settimane di dieta e altre due di mantenimento, alternando dunque le due fasi, e ricordando sempre di evitare tutti i farinacei, le materie grasse aggiunte, la maggior parte dei latticini, i succhi di frutta, e ancora l’alcol, i dolci, il cioccolato, i salumi. Leggi anche su http://www.donnabeauty.it/

Di contro, la dieta dimagrante veloce in questione spinge particolare attenzione nei confronti di un lungo elenco di alimenti autorizzati, quali il sedano, le carote, i pomodori, la lattuga, i funghi, i cavolini, i peperoni, gli spinaci, i cetrioli, i broccoli, il cavolfiore, le spezie e le erbe aromatiche che possono essere utilizzate in condimento in sostituzione di condimenti più grassi e dannosi. Lo zucchero va sostituito in favore degli edulcoranti.

Naturalmente, trattandosi di un regime alimentare piuttosto diverso dal vostro attuale, prima di effettuare un simile cambiamento vi consigliamo di consultare il vostro medico di fiducia, e cercare di intuire con lui i vantaggi e gli svantaggi di una simile variazione.

Aiuto non ho tempo per i miei capelli!

proteggere capelli 1

Le festività natalizie portano con sé una frenesia incredibile. Fra impegni di lavoro, regali da acquistare e amici da salutare il tempo diventa sempre meno e con esso cade ogni buon proposito di prendersi cura della propria chioma. Come è possibile effettuare uno styling a tempo record?

La regola numero uno consiste nel non alzare la potenza del phon, in nome di un’asciugatura più rapida. Questo gesto si rivela, infatti, controproducente, perché l’alto calore del dispositivo asciuga anche l’acqua contenuta nella fibra capillare e rende i capelli secchi e sciupati. Un buon trucco per rendere salubre l’asciugatura consiste nel giocare il tutto per tutto sullo styling, preferendo prodotti mirati e salva tempo.

Se neanche oggi siamo riuscite a lavare i capelli, possiamo cercare di raccogliere la base in una traccia chignon e lavare solamente la frangetta, magari applicando un velo di shampoo secco oppure un po’ di borotalco, utile perché fa brillare i capelli, a patto che si spazzoli ben bene. La frangia è la zona più ‘sotto accusa’ dell’intero complesso, in quanto si sporca con il make up. Cerchiamo quindi di dedicarci alla sua bellezza e raccogliamo la chioma con acconciature diverse e creative.

Per non appesantire ulteriormente i capelli che non sono stati lavati cerchiamo di applicare i prodotti di finish sul pettine e sulla spazzola, senza mai applicarli direttamente sui capelli. Aiutiamoci anche con tanta acqua termale spray, che lucida e rinfresca la chioma con effetto immediato. Ricordiamoci, infine, di non passare mai dal caldo al freddo con i capelli bagnati, ma aspettiamo che siano asciutti, per evitare malanni di stagione e anche dolorose cervicali!

proteggere capelli 3

Per donare volume all’insieme con pochissimo tempo a disposizione applichiamo una noce di spuma volumizzante con le dita e concentriamola solo sulle lunghezze. Eseguiamo quindi un bel torchon e cerchiamo di fare più porzioni di piccoli raccolti, almeno cinque per tutte le lunghezze. Una volta completate le spirali fissiamole con un becco di plastica, asciughiamo le radici per voluminizzarle e sciogliamo i capelli. Asciughiamo quindi il resto con il diffusore e poi passiamo nei capelli un bel foulard di seta. Questa fibra naturale elimina l’elettricità e asciuga immediatamente l’umidità in eccesso, per cui la chioma si rivela voluminosa e perfettamente asciutta. Per assicurare uno styling più lungo buttiamo i capelli a testa in giù, applichiamo un velo di lacca a buona tenuta, per poi definire il tutto con una spazzola rotonda.
Ok, lo styling è fatto, ma per nutrire i capelli? Un piccolo trucco può essere svolto sfruttando le ore notturne. Applichiamo degli impacchi nutrienti mentre riposiamo, così i capelli potranno essere rimpolpati in modo naturale e completo, in quanto privi di sollecitazioni e curati in un ambiente caldo. Al mattino potremo fare uno shampoo leggero e contare su una bellezza estrema, soprattutto se scegliamo di affidarci a maschere naturali come il burro di karité e gli oli nutrienti.

via: http://www.capellistyle.it/

Saldi invernali, si prevede calo delle vendite del 5%

saldi

Secondo quanto afferma il Codacons, i primi giorni dei saldi invernali 2015 sarebbero partiti molto tiepidamente, con una flessione del 5% riscontrato nelle grandi città rispetto a quanto era stato rilevato nel corso del 2014, con ribassi ben più evidenti nelle periferie. Stando al presidente dell’associazione, Carlo Rienzi, il comportamento dei consumatori sembra dunque essere ancora incentrato sulla massima cautela, con lunghe attese e verifiche prima di effettuare gli acquisti.

Sempre secondo il Codacons, anticipare l’avvio degli sconti invernali al 3 gennaio non sarebbe servito a molto: “si esce, si osservano le vetrine ma ancora non si compra – ha continuato Rienzi – Segno che i consumatori puntano ad acquisti mirati, limitati da un budget per i saldi sempre più ristretto a causa della crisi economica”.

In aggiunta a quanto sopra, l’associazione ricorda che come avvenuto lo scorso anno, sono i piccoli negozi e le periferie a risentire maggiormente della riduzione degli acquisti, mentre la situazione appare essere meno negativa negli outlet e nelle boutique dell’alta moda, che invece possono contare su una presenza costante di turisti, in grado di mantenere più elevato il livello delle vendite.

Insomma, nonostante le buone intenzioni, l’anticipo della stagione dei saldi, il desiderio dei consumatori di fare buoni affari e quello dei venditori di rimpinguare le vendite e il fatturato della prima parte dell’anno, poco o nulla si è mosso rispetto allo scorso anno e, quando lo ha fatto, lo ha fatto in senso negativo. Non rimane quindi che attendere, e sperare in un proseguimento più positivo delle vendite di fine stagione.

Older posts

© 2017 Multiplicity

Theme by Anders NorenUp ↑