macchie-del-viso

Le macchie sul viso sono collegate a diverse situazioni o patologie temporanee, quindi risolvendo la base del problema le macchine andranno via. Se invece incappiamo in macchie permanenti, il problema è differente, bisogna utilizzare dei prodotti cosmetici creati apposta per schiarire le macchine.

Alcune di questi schiarenti hanno una azione depigmentante andando a sollecitare il ricambio della pelle. Hanno dei periodi di utilizzo molto lunghi, di solito dalle otto alle dodici settimane. Molte volte chi si sottopone a questi trattamenti schiarenti, non riesce a raggiungere l’obbiettivo, in quando non vedendo risultati nel breve tempo, il soggetto si stanca e non si sottopone più alle sedute.

Per chi ha le macchie solari derivanti dall’esposizione ai raggi UV, si consiglia sempre di utilizzare una crema solare al alta protezione, così da non far peggiorare il colorito della macchina.

Altri agenti schiarenti, utilizzati nel campo della cosmesi sono i polidrossiacidi e gli agenti esfolianti, questi però possono essere utilizzati solo in centri specializzati e consigliati dal dermatologo o dal medico di fiducia. Un rimedio temporaneo è quelli di utilizzare prodotti coprenti , magari se abbiamo un occasione importante. Per tutte quelle macchie come efelidi, lentiggini e lentigo solari si può ricorrere anche a trattamenti di tipo medico; fra questi si ricordano la laserterapia, la diatermocoagulazione con elettrobisturi e la crioterapia. In commercio esistono molte lozioni capaci di darvi una mano, come peeling fai da te oppure crema a base acida.

Se tutto questo non funziona, valutate la possibilità del peeling chimico. Tale trattamento è finalizzato a rimuovere lentamente i primi strati di pelle, sono classificati in tre livelli in base alla forza che hanno: peeling leggeri con gli alfa-idrossiacidi; peeling medi con l’acido tricloroacetico, peeling forti con acido fenolico o fenolo.